Programma

Nella delicata congiuntura economico-finanziaria in cui versa l'Ente, riteniamo essere di primaria importanza l'utilizzo delle risorse economiche messe a disposizione dall'Unione Europea e dal Governo centrale. In tale ottica i fondi per la coesione sociale relativi al periodo 2014-2020 rappresentano un'opportunità da non lasciarsi sfuggire. Molti degli obiettivi presenti nella nostra proposta programmatica sono perseguibili mediante l'accesso a tali risorse economiche che contemplano ambiti di interesse quali investimenti privati, infrastrutture, istruzione, inclusione sociale, ambiente, cultura e turismo, occupazione, energia, supporto all'infanzia. Riteniamo dunque fondamentale attribuire centralità a tale argomento, ponendolo in cima alla nostra proposta programmatica proprio perché le progettualità che metteremo in campo e che saranno capaci di intercettare tali risorse finanziarie, consentiranno a Mercato S. Severino di avvia­ re, dopo un decennio di stallo, un processo virtuoso di innovazione e sviluppo per quanto concerne l'urbanistica, le attività produttive, le tematiche ambientali, la promozione turistica e culturale del territorio, l'efficientamento energetico degli immobili comunali e delle strutture scolastiche, l'attenzione al sociale.
CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO

I punti principali

  URBANISTICA

Lo sviluppo che per i prossimi anni immaginiamo per la nostra Mercato S. Severino, non può e non deve prescindere da uno sviluppo urbanistico che tenga conto delle reali esigenze della cittadinanza, anche e soprattutto con riferimento allo sviluppo demografico dell'ultimo decennio. Raggiungeremo questo obiettivo attraverso progetti a zero impatto economico per le casse comunali ed attraverso il ricorso a progettualità finanziate con Fondi Comunitari e Nazionali, quali ad esempio i fondi POR-FESR Campania 2014 - 2020 ASSE 10 - Sviluppo Urbano Sostenibile.

  LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE ED IL LAVORO

Il capoluogo un tempo era l'antico "Mercato" ed era uno dei quattro quartieri che formavano l'antico "stato" di Sanseverino da cui, nel 1864, nasce la denominazione di Mercato Sanseverino divenuta poi l'attuale Mercato S. Severino per un errore di trascrizione mai corretto. Il capoluogo un tempo era l'antico "Mercato" ed era uno dei quattro quartieri che formavano l'antico "stato" di Sanseverino da cui, nel 1864, nasce la denominazione di Mercato Sanseverino divenuta poi l'attuale Mercato S. Severino per un errore di trascrizione mai corretto. Un breve cenno storico necessario per evidenziare, ove ve ne fosse bisogno, l'importanza del commercio, delle attività produttive, del "Foro" (il "Mercato" appunto) nella nostra tradizione. Una vocazione quella della nostra Città, ancora salda nella fiera settimanale del sabato, che ha invece perso posizioni negli ultimi anni per quanto concerne le piccole attività di dettaglio, l'artigianato e le aree di insediamento produttivo.

  LE RISORSE FINANZIARIE

Il contesto finanziario del Comune è noto a tutti, ed è chiaro come il tema rappresenti una delle sfide più importanti e stimolanti da affrontare attraverso punti programmatici che forniscano soluzioni perseguibili tese ad avviare un graduale processo di risanamento. Abbiamo parlato non a caso di una sfida che riteniamo essere innanzitutto importante per il nostro futuro e per quello dei nostri figli in quanto, come detto, va raggiunto l'obiettivo del risanamento delle casse comunali. Al tempo stesso però guardiamo a questa sfida come ad un qualcosa di stimolante, in quanto vediamo nei "paletti", posti in questi mesi all'autonomia di spesa della Giunta Comunale per il prossimo triennio, sicuramente un ostacolo dal quale però è possibile far emergere idee e progetti che siano capaci di far ripartire Mercato S. Severino senza per questo "violare" il perimetro di autonomia finanziaria entro cui la prossima Amministrazione Comunale dovrà muoversi.

  L'AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

Abbiamo parlato di sviluppo e di rilancio della nostra Città, rimarcando come questo sviluppo dovesse interessare i diversi ambiti locali a 360°. La nostra azione innovativa, dunque, non va a trascurare il tema della digitalizzazione, della trasparenza e della fruizione della macchina comunale, su cui riteniamo di dover intervenire per dare alla nostra "macchina amministrativa" lo sprint necessario a mettersi al passo con l'era dei social, delle app, della rapida evoluzione dal 2.0 al 4.0. L'azione dell'Amministrazione Comunale dovrà volgere - in linea con i principi espressi dal Codice dell'Amministrazione Digitale e dell'Agenda Digitale Italiana - all'attuazione ed al totale completa­ mento della digitalizzazione, alla semplificazione delle procedure amministrative anche attraverso la formazione gratuita dei dipendenti comunali.

  LA CULTURA E IL TURISMO

Al centro della Valle dell'Imo, a due passi dall'Università degli Studi di Salerno, in posizione strategica sia rispetto ai principali siti archeologici della nostra Regione sia rispetto alle principali destina­ zioni turistiche presenti in Campania. E ancora la storia de "I Sanseverino", il Castello, Palazzo Vanvitelli, le tradizioni enogastronomiche, i natali che questa Città ha dato a filosofi, poeti e scrittori. Tutto questo rappresenta per noi un dovere morale verso la nostra Città, il dovere di ridare centralità alla cultura ed al turismo a Mercato S. Severino.

  IL SOCIALE

Il difficile contesto locale e nazionale di riferimento in cui da diversi anni ci stiamo muovendo mani­ festa evidenti difficoltà dal punto di vista della crescita economica. Tale aspetto è andato sicuramente ad incidere maggiormente sulle fasce più deboli incrementando in maniera drastica i livelli di povertà ed indigenza sul territorio comunale. Così come detto in riferimento alla lotta all'evasione fiscale, dove intendiamo essere accanto a coloro i quali sono in difficoltà sempre nel rispetto dell'equità dei cittadini, allo stesso modo riteniamo sia doveroso da parte di chi amministrerà la nostra Città nei prossimi anni, intervenire in maniera decisa sulla sfera riguardante il sociale allo scopo di rendere l'Ente un valido e prezioso supporto per coloro che si trovano in difficoltà.

  L'AMBIENTE

La tematica ambientale, paradossalmente, ha rappresentato uno dei principali tallone di Achille della nostra Città nell'ultimo decennio. Gli interventi a cui è stato sottoposto il nostro territorio hanno avuto quale tangibile risultato l'insorgere di problematiche ambientali quali il rischio idrogeologico sia per quel che concerne la sistemazione dei corsi d'acqua sia per i boschi che circondano il territorio comunale, la limitazione e la progressiva scomparsa delle aree verdi nella nostra Città, il preoccupante ed incontrastato innalzamento dei livelli di inquinamento dei corsi d'acqua. Riteniamo quindi servano politiche ambientali mirate a contrastare i fenomeni sopra descritti contribuendo, al tempo stesso, a restituire alla Città ed alla sua tradizione agricola, spazi verdi.

  LA SANITÀ

Anche se si tratta di un tema non direttamente ascrivibile alle competenze dell'Amministrazione Comunale, riteniamo tuttavia sia doveroso da parte nostra essere pronti innanzitutto a dialogare con l'Azienda Universitaria per quanto concerne le possibilità di sviluppo inerenti l'Ospedale "G. Fucito". La nostra attenzione sarà poi rivolta ad individuare la possibilità di avviare, sulterritorio, un percorso virtuoso che porti alla creazione di comparti sanitari di eccellenza.

  LA SCUOLA

La nostra proposta politica è soprattutto rivolta alle future generazioni e, pertanto, va anche nella direzione di intervenire su quella che possiamo definire la "culla" della Mercato S. Severino del futuro. La nostra idea è di incidere sulla qualità complessiva del sistema di istruzione prevedendo interventi strutturali tesi anche al miglioramento della sicurezza, anche da un punto di vista sismico, alla fruibilità, all'ammodernamento ed alla riqualificazione degli edifici.

  I GIOVANI, L'UNIVERSITÀ E LO SPORT

Riteniamo che la vicinanza con il campus universitario di Fisciano costituisca un'opportunità da cogliere affinché Mercato S. Severino diventi la "città di giovani e per i giovani". Gli interventi a cui pensiamo mirano, innanzitutto, a stabilire un rapporto di collaborazione con i dipartimenti e le associazioni universitarie da cui possano scaturire strumenti ed opportunità di attrazione per i giovani studenti universitari nella nostra Città con la creazione di servizi, di strutture sportive che ne garantiscano la piena integrazione con il tessuto cittadino.

  LE FRAZIONI

L'estensione comunale di circa 30 chilometri quadri,unita alla presenza di 21 frazioni oltre al capo­ luogo,fa emergere l'esigenza di riportare le "frazioni al centro" innestando una serie di interventi che vadano esattamente in questa direzione azzerando il gap logistico e strutturale per icittadini delle frazioni.

  LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO

Riteniamo che il processo di innovazione, sviluppo e rilancio della nostra Città che abbiamo traccia­ to in questa proposta programmatica veda il suo naturale completamento in un'attività di promo­ zione del territorio capace di dare risalto alla Città. Immaginiamo che percorsi tematici, fiere, mostre, eventi, il Parco Archeologico del Castello, le Chiese, tutto ciò che è Mercato S. Severino, venga promosso all'esterno attraverso un'attività di promozione che sia organica, identitaria e condivisa.